Recensione Sony XPERIA Ace II

Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me se dico che negli ultimi anni la frase "smartphone compatto" è, se non scomparsa dalla quotidianità, almeno ha subito delle deformazioni semantiche. Ora una parte significativa dell'assortimento è rappresentata da dispositivi con una diagonale dello schermo di 6 pollici o più. Personalmente, non posso chiamare questi telefoni compatti. Inoltre, la situazione intorno all'aumento delle diagonali e, di conseguenza, alle dimensioni dei dispositivi stessi è diventata spaventosa. Alcuni produttori hanno avuto un assaggio e hanno iniziato a offrire gadget con display pieghevoli, che, per ovvi motivi, sono rimasti bloccati a livello di nicchia.

Sono finiti i giorni in cui i marketer avevano ancora i resti di una coscienza e chiamavano vanga una vanga. Hai notato come cambiano gli standard con il rilascio di ogni nuovo modello? Ora stanno cercando con insistenza di dimostrarmi che utilizzare uno smartphone da 6″ sarà “comodo e comodo”. Il comfort è un concetto sciolto. Ognuno ha la propria idea di praticità e praticità. Qui e in Sony, aderiscono ancora all'opinione che un telefono compatto sia un dispositivo con una diagonale dello schermo di 5,5 pollici e non di più. E proprio un dispositivo del genere è venuto da me oggi per un test. Con tutta la ricchezza della scelta, l'XPERIA Ace II è diventato esclusivo in tutti i sensi, ma, sfortunatamente, non è stato privo di evidenti difetti.

Sommario

  • Posizionamento
  • Specifiche
  • Pacchetto
  • Prime impressioni. Progettazione
  • Interfaccia
  • Prestazioni e autonomia
  • Fotocamera
  • Come conclusione

Posizionamento

Per la prima volta, Sony ha presentato un nuovo prodotto il 19 maggio 2021 in occasione della presentazione della prossima collezione estiva di dispositivi dell'operatore giapponese NTT Docomo. A quel tempo, XPERIA Ace II, con un peso di 159 grammi e dimensioni di 140x69x8,9 mm, era l'unico smartphone veramente compatto. Tutti i tentativi di stipare XPERIA 10 III e XPERIA 5 III in telai "compatti" sono stati infranti dall'odio spietato dei veri sostenitori della miniaturizzazione.

XPERIA 1 III, XPERIA 5 III, XPERIA 10 III, XPERIA Ace II

Realtà e prospettive del mercato delle professioni informatiche

Quali sono le professioni più popolari e altamente pagate?

Recensione dello smartphone Samsung Galaxy A22s 5G (SM A226B/DSN)

Uno smartphone di nicchia con supporto 5G a un prezzo minimo: non è nemmeno sul sito Web Samsung, ma è venduto in Russia. Confronta con Galaxy A22: ne vale la pena?

Test Kia Picanto. L'ultima delle city car

In qualche modo impercettibilmente, quasi tutte le city car compatte hanno lasciato la Russia, che ha sostituito le berline di classe compatta e le liftback come Hyundai Solaris e Skoda Rapid. Ci sono sempre due vere city car rimaste sul nostro mercato, questo è l'eroe del nostro materiale Kia Picanto e Chevrolet Spark, insieme alla sua controparte con il marchio Ravon.

Recensione delle cuffie TCL TW30 MoveAudio S600 TWS

Qualsiasi produttore di smartphone decente è obbligato a offrire le proprie cuffie TWS con sé. Così TCL ha introdotto a dicembre sul mercato russo non solo uno smartphone di punta, ma anche un headset di punta. Vediamo cosa è successo...

Per ragioni note solo al management di Sony, l'XPERIA Ace II può essere acquistato ufficialmente solo in Giappone. Non ci sono ancora piani per portare il modello su altri mercati. L'unico che attualmente vende questo smartphone è l'operatore di telefonia mobile locale NTT Docomo, che impone subito una serie di restrizioni al telefono. Vi ricordo che i tre grandi operatori giapponesi, che, oltre a NTT Docomo, include anche Softbank e Au, offrono esclusivamente versioni single-symbol di smartphone con un set di software operatore preinstallato, attrezzature minime o del tutto assenti, e restrizioni di rete sotto forma di blocco della carta SIM. Sfortunatamente, Sony non ha ancora annunciato il rilascio di una versione a due SIM, ma se ciò accadrà in un prossimo futuro, sarà possibile acquistarla da quasi tutti gli operatori virtuali locali. La stessa storia era una volta con il predecessore XPERIA Ace. A proposito, puoi vedere la sua recensione:

Sony XPERIA Ace SO-02L

Mobile-review.com Recensione Sony XPERIA ACE SO-02

Il mondo non vedeva tanta sfrontatezza da molto tempo. Ho sempre detto che puoi aspettarti uno sporco trucco da queste persone in qualsiasi momento. Ed è esattamente quello che è successo questa volta. Inoltre, noto che ci sono diversi motivi per indignare contemporaneamente

Quest'anno, l'XPERIA Ace II è diventato lo smartphone Sony più conveniente per gli standard giapponesi. Secondo il produttore, la novità è l'ideale per gli utenti Android alle prime armi, gli anziani e tutti coloro che in precedenza preferivano le controparti a pulsante, ma improvvisamente hanno deciso di unirsi a gadget più "intelligenti", spendendo un minimo di denaro per questo trasferimento. Tuttavia, ciò non significa che il telefono sia funzionalmente limitato. Qui, infatti, viene implementato l'insieme ottimale di funzioni, in grado di soddisfare le esigenze dell'utente medio dei moderni smartphone.

Specifiche

Si ritiene che, idealmente, una novità venga solitamente confrontata con il suo predecessore e con i concorrenti. Pertanto, il produttore può dimostrare chiaramente la sua lealtà e il desiderio di soddisfare il livello dell'utente attuale "Lista dei desideri". E dobbiamo ammettere che gli sviluppatori Sony ci sono riusciti in parte. Considerando che XPERIA Ace II non ha concorrenti evidenti sul mercato mondiale, resta da confrontare solo con il suo predecessore XPERIA Ace due anni fa.

Sorprendentemente, sotto l'assalto delle tendenze globali verso la crescita delle diagonali e delle dimensioni degli smartphone stessi, gli sviluppatori sono riusciti a mantenere le loro dimensioni precedenti. Inoltre, i giapponesi si sono superati riducendo lo spessore del case da 9,3 a 8,9 mm e aumentando radicalmente la capacità della batteria (da 2700 a 4500 mAh). E ciò che è importante, con tutto questo, il successore è diventato 5 grammi più leggero del suo predecessore. La custodia per smartphone è tradizionalmente protetta da acqua e polvere secondo lo standard IP68.

La diagonale dello schermo è aumentata da 5 a 5,5 pollici, senza intaccare le dimensioni fisiche del telefono. Tuttavia, la risoluzione è scesa da 2160x1080 a 1496x720 pixel. Come ciò abbia influito sulla percezione finale dell'immagine nel suo insieme, lo racconterò un po' più avanti. Ecco un altro aggiornamento per te. Nel bene e nel male, Sony è la prima a rilasciare uno smartphone con notch a goccia per la fotocamera frontale. Chiunque stia prudendo da una tale decisione può attivare il look classico sovrapponendo una striscia nera.

E ora l'unico neo. Due anni dopo il rilascio della prima versione di XPERIA Ace, gli ingegneri giapponesi per qualche motivo hanno deciso che gli stessi 4 GB di RAM e 64 GB di ROM sono ancora considerati lo standard in termini di memoria. Tuttavia, nel 2021 sarebbe logico vedere almeno 6 GB e 128 GB, ma sembra che i giapponesi abbiano le loro opinioni in merito. Un'altra decisione incomprensibile per molti è stata il passaggio da uno smartphone moderno, anche se economico, a un processore MediaTek Helio P35. Due anni fa, i giapponesi hanno preferito il Qualcomm Snapdragon 630.

La fotocamera principale da 13 MP è stata integrata con un sensore ToF, mentre la fotocamera frontale è rimasta invariata, avendo ricevuto un modulo CMOS da 8 MP. Sony è fedele alla tradizione, quindi si è deciso di lasciare il jack per cuffie da 3,5 mm nella nuova versione della compatta. A bordo è presente una gamma completa di capacità di comunicazione (Wi-Fi, Bluetooth 5.0, GPS/GLONASS, NFC, USB-C, supporto per schede di memoria microSD fino a 1 TB), è presente il supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0, Radio FM e dita scanner di impronte digitali, combinate con il pulsante di accensione. Naturalmente, in uno smartphone economico, non dovresti aspettarti il ​​supporto per la ricarica wireless. I giapponesi, in linea di principio, si sono discostati da questo standard già 7 anni fa. Alla prima accensione, il proprietario può scegliere la lingua di cui ha bisogno, incluso il russo. Come sistema operativo viene utilizzato Android 11. Gli aggiornamenti arrivano tramite Wi-Fi senza gesti aggiuntivi. Lo smartphone supporta le reti GSM, 3G e LTE.

  • Sistema operativo: sistema operativo Android 11, 100% russificazione
  • Supporto standard: GSM, 3G, LTE
  • Processore: octa-core a 2,3 GHz, MediaTek Helio P35
  • RAM: 4 GB
  • ROM: 64 GB
  • Display: 5,5″, HD+, 1496×720 pixel, TFT, Triluminos, Gorilla Glass 6, 16 milioni di colori
  • Fotocamera principale: 13 MP + ToF, CMOS, registrazione video Full HD, autofocus, flash LED
  • Fotocamera anteriore: 8 MP CMOS, obiettivo grandangolare 80°, registrazione video Full HD
  • Supporto per schede di memoria: microSDXC fino a 1 TB
  • Scanner di impronte digitali
  • NFC
  • GPS/GLONASS
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac
  • Bluetooth 5.0
  • USB di tipo C
  • Jack per cuffie da 3,5 mm
  • Radio FM
  • Qualcomm Quick Charge 3.0
  • Resistente all'acqua, all'umidità e alla polvere (IPX5, IPX8, IP6X)
  • Batteria: agli ioni di litio, 4500 mAh
  • Dimensioni: 140x69x8,9 mm
  • Peso: 159 g

Pacchetti

Qui tutto è secondo i canoni degli operatori mobili giapponesi: un telefono, un manuale e una scheda di garanzia. Fortunatamente, per la ricarica ora viene utilizzato lo standard USB Type-C, quindi non dovrebbero esserci problemi a trovare un cavo e un adattatore nelle nostre condizioni.

Prime impressioni. Progettazione

La magia di Sony è letteralmente nell'aria. XPERIA Ace II è realizzato secondo le migliori tradizioni di Sony Style. L'esterno dello smartphone ricalca chiaramente le linee classiche insite nella maggior parte dei modelli più vecchi. È per questo motivo che la compatta è sprofondata così tanto nell'anima di molti fan del brand, anche se la custodia dello smartphone, fatta eccezione per la facciata, è completamente realizzata in plastica. Mi ha ricordato a distanza la compatta Sharp AQUOS R2, un tempo popolare, ma con le sue caratteristiche e lo stile unico.

Sharp AQUOS R2 compact e Sony XPERIA Ace II

Mobile-review.com Recensione compatta Sharp AQUOS R2

Oggi parleremo della nuova compatta AQUOS R2 di Sharp.

XPERIA Ace II è incredibilmente comodo nella mano. Nessun scricchiolio, scricchiolii estranei e ancora meno crepe. Le dita avvolgono con sicurezza il corpo del telefono, senza lasciare alcuna possibilità che scivoli fuori dal palmo della tua mano anche nelle condizioni operative più folli. Lavorare con uno schermo da 5,5 pollici è un piacere. L'unico aspetto negativo può essere considerato il font piccolo predefinito nelle firme dell'applicazione, che può essere facilmente corretto impostando nel menu corrispondente. È incredibile come un produttore il cui telefono sia progettato principalmente per gli anziani possa consentire che ciò accada. In caso contrario, l'interfaccia non ha causato emozioni negative per me personalmente.

Interfaccia

Il desktop, il menu delle impostazioni principali, i suggerimenti e altri elementi dell'interfaccia dell'XPERIA Ace II sono simili al 99% all'interfaccia di qualsiasi altro smartphone Sony moderno. Tuttavia, nonostante la russificazione apparentemente completa, a volte si possono trovare menu in inglese o giapponese e persino intere applicazioni, il cui lavoro è spesso associato ai servizi dell'operatore giapponese. Il sistema ti consente di sospendere il loro lavoro fino al prossimo riavvio del telefono o di eliminarli completamente. Fortunatamente, la loro assenza non pregiudica il pieno funzionamento del sistema.

Personalmente non ho lamentele sulla qualità dello schermo, ma per i feticisti ho comunque fatto una "prova angolare", dimostrando la "fragilità" dell'immagine. Sono tutto per l'obiettività! Una matrice TFT convenzionale con una densità di pixel di 291 ppi funziona bene in condizioni di visibilità standard , ma praticamente non adatto alla luce solare diretta. L'immagine si attenua anche al livello di luminosità massimo.

La frequenza di aggiornamento dello schermo è di 60 Hz, che è abbastanza standard per un normale impiegato statale. Lo schermo è protetto da Corning Gorilla Glass 6, ma la custodia in plastica può essere facilmente graffiata se usata con noncuranza. In questo caso, i produttori di accessori hanno preparato un'impressionante gamma di coperture di tutte le bande.

Un altoparlante è nascosto dietro una rete perforata sopra la fotocamera frontale. Sfortunatamente, non potrai usarlo come altoparlante, quindi dimentica subito lo stereo. Ciao ottimizzazione! Nel primo Ace, i giapponesi non si sono concessi tanta sfrontatezza. Lo smartphone era dotato di due altoparlanti. Qui, in modalità vivavoce, funziona solo l'altoparlante che si trova in basso. Per quanto riguarda la qualità del suono, rispetto ai fratelli maggiori, la compatta qui non è così rosea. Se durante una normale telefonata l'interlocutore viene ascoltato perfettamente sia nel volume che nelle frequenze, allora l'altoparlante più basso è francamente budget. Gli alti e i medi hanno completamente sostituito le basse frequenze.

Il sensore di prossimità, l'illuminazione e l'indicatore luminoso si trovano in una sottile striscia tra il bordo della custodia e lo schermo.

Sono riuscito a ottenere i dispositivi in ​​nero e blu per i test. La linea comprende anche il bianco. Il nero classico in pratica si è rivelato il più facilmente sporcabile. La superficie opaca morbida al tatto attira con grande piacere impronte, grasso e piccole particelle di polvere. Sfortunatamente, per sbarazzartene, devi sforzarti. Sul blu, ad una certa angolazione, sono visibili anche le impronte, ma non così chiaramente. La versione bianca sarà l'ideale in questo senso.

La parte superiore ha un microfono e un jack per cuffie da 3,5 mm. Per quanto riguarda il suono in cuffia, qui Sony è rimasta fedele alla tradizione: la qualità è eccellente, nonostante il budget di spugna. Sul lato sinistro, nella parte superiore, era nascosta una slitta per una scheda SIM e microSD. Ufficialmente, lo smartphone è in grado di funzionare con schede fino a 1 TB.

Recensione Sony XPERIA Ace II

Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me se dico che negli ultimi anni la frase "smartphone compatto" è, se non scomparsa dalla quotidianità, almeno ha subito delle deformazioni semantiche. Ora una parte significativa dell'assortimento è rappresentata da dispositivi con una diagonale dello schermo di 6 pollici o più. Personalmente, non posso chiamare questi telefoni compatti. Inoltre, la situazione intorno all'aumento delle diagonali e, di conseguenza, alle dimensioni dei dispositivi stessi è diventata spaventosa. Alcuni produttori hanno avuto un assaggio e hanno iniziato a offrire gadget con display pieghevoli, che, per ovvi motivi, sono rimasti bloccati a livello di nicchia.

Sono finiti i giorni in cui i marketer avevano ancora i resti di una coscienza e chiamavano vanga una vanga. Hai notato come cambiano gli standard con il rilascio di ogni nuovo modello? Ora stanno cercando con insistenza di dimostrarmi che utilizzare uno smartphone da 6″ sarà “comodo e comodo”. Il comfort è un concetto sciolto. Ognuno ha la propria idea di praticità e praticità. Qui e in Sony, aderiscono ancora all'opinione che un telefono compatto sia un dispositivo con una diagonale dello schermo di 5,5 pollici e non di più. E proprio un dispositivo del genere è venuto da me oggi per un test. Con tutta la ricchezza della scelta, l'XPERIA Ace II è diventato esclusivo in tutti i sensi, ma, sfortunatamente, non è stato privo di evidenti difetti.

Sommario

  • Posizionamento
  • Specifiche
  • Pacchetto
  • Prime impressioni. Progettazione
  • Interfaccia
  • Prestazioni e autonomia
  • Fotocamera
  • Come conclusione

Posizionamento

Per la prima volta, Sony ha presentato un nuovo prodotto il 19 maggio 2021 in occasione della presentazione della prossima collezione estiva di dispositivi dell'operatore giapponese NTT Docomo. A quel tempo, XPERIA Ace II, con un peso di 159 grammi e dimensioni di 140x69x8,9 mm, era l'unico smartphone veramente compatto. Tutti i tentativi di stipare XPERIA 10 III e XPERIA 5 III in telai "compatti" sono stati infranti dall'odio spietato dei veri sostenitori della miniaturizzazione.

XPERIA 1 III, XPERIA 5 III, XPERIA 10 III, XPERIA Ace II

Realtà e prospettive del mercato delle professioni informatiche

Quali sono le professioni più popolari e altamente pagate?

Recensione dello smartphone Samsung Galaxy A22s 5G (SM A226B/DSN)

Uno smartphone di nicchia con supporto 5G a un prezzo minimo: non è nemmeno sul sito Web Samsung, ma è venduto in Russia. Confronta con Galaxy A22: ne vale la pena?

Test Kia Picanto. L'ultima delle city car

In qualche modo impercettibilmente, quasi tutte le city car compatte hanno lasciato la Russia, che ha sostituito le berline di classe compatta e le liftback come Hyundai Solaris e Skoda Rapid. Ci sono sempre due vere city car rimaste sul nostro mercato, questo è l'eroe del nostro materiale Kia Picanto e Chevrolet Spark, insieme alla sua controparte con il marchio Ravon.

Recensione delle cuffie TCL TW30 MoveAudio S600 TWS

Qualsiasi produttore di smartphone decente è obbligato a offrire le proprie cuffie TWS con sé. Così TCL ha introdotto a dicembre sul mercato russo non solo uno smartphone di punta, ma anche un headset di punta. Vediamo cosa è successo...

Per ragioni note solo al management di Sony, l'XPERIA Ace II può essere acquistato ufficialmente solo in Giappone. Non ci sono ancora piani per portare il modello su altri mercati. L'unico che attualmente vende questo smartphone è l'operatore di telefonia mobile locale NTT Docomo, che impone subito una serie di restrizioni al telefono. Vi ricordo che i tre grandi operatori giapponesi, che, oltre a NTT Docomo, include anche Softbank e Au, offrono esclusivamente versioni single-symbol di smartphone con un set di software operatore preinstallato, attrezzature minime o del tutto assenti, e restrizioni di rete sotto forma di blocco della carta SIM. Sfortunatamente, Sony non ha ancora annunciato il rilascio di una versione a due SIM, ma se ciò accadrà in un prossimo futuro, sarà possibile acquistarla da quasi tutti gli operatori virtuali locali. La stessa storia era una volta con il predecessore XPERIA Ace. A proposito, puoi vedere la sua recensione:

Sony XPERIA Ace SO-02L

Mobile-review.com Recensione Sony XPERIA ACE SO-02

Il mondo non vedeva tanta sfrontatezza da molto tempo. Ho sempre detto che puoi aspettarti uno sporco trucco da queste persone in qualsiasi momento. Ed è esattamente quello che è successo questa volta. Inoltre, noto che ci sono diversi motivi per indignare contemporaneamente

Quest'anno, l'XPERIA Ace II è diventato lo smartphone Sony più conveniente per gli standard giapponesi. Secondo il produttore, la novità è l'ideale per gli utenti Android alle prime armi, gli anziani e tutti coloro che in precedenza preferivano le controparti a pulsante, ma improvvisamente hanno deciso di unirsi a gadget più "intelligenti", spendendo un minimo di denaro per questo trasferimento. Tuttavia, ciò non significa che il telefono sia funzionalmente limitato. Qui, infatti, viene implementato l'insieme ottimale di funzioni, in grado di soddisfare le esigenze dell'utente medio dei moderni smartphone.

Specifiche

Si ritiene che, idealmente, una novità venga solitamente confrontata con il suo predecessore e con i concorrenti. Pertanto, il produttore può dimostrare chiaramente la sua lealtà e il desiderio di soddisfare il livello dell'utente attuale "Lista dei desideri". E dobbiamo ammettere che gli sviluppatori Sony ci sono riusciti in parte. Considerando che XPERIA Ace II non ha concorrenti evidenti sul mercato mondiale, resta da confrontare solo con il suo predecessore XPERIA Ace due anni fa.

Sorprendentemente, sotto l'assalto delle tendenze globali verso la crescita delle diagonali e delle dimensioni degli smartphone stessi, gli sviluppatori sono riusciti a mantenere le loro dimensioni precedenti. Inoltre, i giapponesi si sono superati riducendo lo spessore del case da 9,3 a 8,9 mm e aumentando radicalmente la capacità della batteria (da 2700 a 4500 mAh). E ciò che è importante, con tutto questo, il successore è diventato 5 grammi più leggero del suo predecessore. La custodia per smartphone è tradizionalmente protetta da acqua e polvere secondo lo standard IP68.

La diagonale dello schermo è aumentata da 5 a 5,5 pollici, senza intaccare le dimensioni fisiche del telefono. Tuttavia, la risoluzione è scesa da 2160x1080 a 1496x720 pixel. Come ciò abbia influito sulla percezione finale dell'immagine nel suo insieme, lo racconterò un po' più avanti. Ecco un altro aggiornamento per te. Nel bene e nel male, Sony è la prima a rilasciare uno smartphone con notch a goccia per la fotocamera frontale. Chiunque stia prudendo da una tale decisione può attivare il look classico sovrapponendo una striscia nera.

E ora l'unico neo. Due anni dopo il rilascio della prima versione di XPERIA Ace, gli ingegneri giapponesi per qualche motivo hanno deciso che gli stessi 4 GB di RAM e 64 GB di ROM sono ancora considerati lo standard in termini di memoria. Tuttavia, nel 2021 sarebbe logico vedere almeno 6 GB e 128 GB, ma sembra che i giapponesi abbiano le loro opinioni in merito. Un'altra decisione incomprensibile per molti è stata il passaggio da uno smartphone moderno, anche se economico, a un processore MediaTek Helio P35. Due anni fa, i giapponesi hanno preferito il Qualcomm Snapdragon 630.

La fotocamera principale da 13 MP è stata integrata con un sensore ToF, mentre la fotocamera frontale è rimasta invariata, avendo ricevuto un modulo CMOS da 8 MP. Sony è fedele alla tradizione, quindi si è deciso di lasciare il jack per cuffie da 3,5 mm nella nuova versione della compatta. A bordo è presente una gamma completa di capacità di comunicazione (Wi-Fi, Bluetooth 5.0, GPS/GLONASS, NFC, USB-C, supporto per schede di memoria microSD fino a 1 TB), è presente il supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0, Radio FM e dita scanner di impronte digitali, combinate con il pulsante di accensione. Naturalmente, in uno smartphone economico, non dovresti aspettarti il ​​supporto per la ricarica wireless. I giapponesi, in linea di principio, si sono discostati da questo standard già 7 anni fa. Alla prima accensione, il proprietario può scegliere la lingua di cui ha bisogno, incluso il russo. Come sistema operativo viene utilizzato Android 11. Gli aggiornamenti arrivano tramite Wi-Fi senza gesti aggiuntivi. Lo smartphone supporta le reti GSM, 3G e LTE.

  • Sistema operativo: sistema operativo Android 11, 100% russificazione
  • Supporto standard: GSM, 3G, LTE
  • Processore: octa-core a 2,3 GHz, MediaTek Helio P35
  • RAM: 4 GB
  • ROM: 64 GB
  • Display: 5,5″, HD+, 1496×720 pixel, TFT, Triluminos, Gorilla Glass 6, 16 milioni di colori
  • Fotocamera principale: 13 MP + ToF, CMOS, registrazione video Full HD, autofocus, flash LED
  • Fotocamera anteriore: 8 MP CMOS, obiettivo grandangolare 80°, registrazione video Full HD
  • Supporto per schede di memoria: microSDXC fino a 1 TB
  • Scanner di impronte digitali
  • NFC
  • GPS/GLONASS
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac
  • Bluetooth 5.0
  • USB di tipo C
  • Jack per cuffie da 3,5 mm
  • Radio FM
  • Qualcomm Quick Charge 3.0
  • Resistente all'acqua, all'umidità e alla polvere (IPX5, IPX8, IP6X)
  • Batteria: agli ioni di litio, 4500 mAh
  • Dimensioni: 140x69x8,9 mm
  • Peso: 159 g

Pacchetti

Qui tutto è secondo i canoni degli operatori mobili giapponesi: un telefono, un manuale e una scheda di garanzia. Fortunatamente, per la ricarica ora viene utilizzato lo standard USB Type-C, quindi non dovrebbero esserci problemi a trovare un cavo e un adattatore nelle nostre condizioni.

Prime impressioni. Progettazione

La magia di Sony è letteralmente nell'aria. XPERIA Ace II è realizzato secondo le migliori tradizioni di Sony Style. L'esterno dello smartphone ricalca chiaramente le linee classiche insite nella maggior parte dei modelli più vecchi. È per questo motivo che la compatta è sprofondata così tanto nell'anima di molti fan del brand, anche se la custodia dello smartphone, fatta eccezione per la facciata, è completamente realizzata in plastica. Mi ha ricordato a distanza la compatta Sharp AQUOS R2, un tempo popolare, ma con le sue caratteristiche e lo stile unico.

Sharp AQUOS R2 compact e Sony XPERIA Ace II

Mobile-review.com Recensione compatta Sharp AQUOS R2

Oggi parleremo della nuova compatta AQUOS R2 di Sharp.

XPERIA Ace II è incredibilmente comodo nella mano. Nessun scricchiolio, scricchiolii estranei e ancora meno crepe. Le dita avvolgono con sicurezza il corpo del telefono, senza lasciare alcuna possibilità che scivoli fuori dal palmo della tua mano anche nelle condizioni operative più folli. Lavorare con uno schermo da 5,5 pollici è un piacere. L'unico aspetto negativo può essere considerato il font piccolo predefinito nelle firme dell'applicazione, che può essere facilmente corretto impostando nel menu corrispondente. È incredibile come un produttore il cui telefono sia progettato principalmente per gli anziani possa consentire che ciò accada. In caso contrario, l'interfaccia non ha causato emozioni negative per me personalmente.

Interfaccia

Il desktop, il menu delle impostazioni principali, i suggerimenti e altri elementi dell'interfaccia dell'XPERIA Ace II sono simili al 99% all'interfaccia di qualsiasi altro smartphone Sony moderno. Tuttavia, nonostante la russificazione apparentemente completa, a volte si possono trovare menu in inglese o giapponese e persino intere applicazioni, il cui lavoro è spesso associato ai servizi dell'operatore giapponese. Il sistema ti consente di sospendere il loro lavoro fino al prossimo riavvio del telefono o di eliminarli completamente. Fortunatamente, la loro assenza non pregiudica il pieno funzionamento del sistema.

Personalmente non ho lamentele sulla qualità dello schermo, ma per i feticisti ho comunque fatto una "prova angolare", dimostrando la "fragilità" dell'immagine. Sono tutto per l'obiettività! Una matrice TFT convenzionale con una densità di pixel di 291 ppi funziona bene in condizioni di visibilità standard , ma praticamente non adatto alla luce solare diretta. L'immagine si attenua anche al livello di luminosità massimo.

La frequenza di aggiornamento dello schermo è di 60 Hz, che è abbastanza standard per un normale impiegato statale. Lo schermo è protetto da Corning Gorilla Glass 6, ma la custodia in plastica può essere facilmente graffiata se usata con noncuranza. In questo caso, i produttori di accessori hanno preparato un'impressionante gamma di coperture di tutte le bande.

Un altoparlante è nascosto dietro una rete perforata sopra la fotocamera frontale. Sfortunatamente, non potrai usarlo come altoparlante, quindi dimentica subito lo stereo. Ciao ottimizzazione! Nel primo Ace, i giapponesi non si sono concessi tanta sfrontatezza. Lo smartphone era dotato di due altoparlanti. Qui, in modalità vivavoce, funziona solo l'altoparlante che si trova in basso. Per quanto riguarda la qualità del suono, rispetto ai fratelli maggiori, la compatta qui non è così rosea. Se durante una normale telefonata l'interlocutore viene ascoltato perfettamente sia nel volume che nelle frequenze, allora l'altoparlante più basso è francamente budget. Gli alti e i medi hanno completamente sostituito le basse frequenze.

Il sensore di prossimità, l'illuminazione e l'indicatore luminoso si trovano in una sottile striscia tra il bordo della custodia e lo schermo.

Sono riuscito a ottenere i dispositivi in ​​nero e blu per i test. La linea comprende anche il bianco. Il nero classico in pratica si è rivelato il più facilmente sporcabile. La superficie opaca morbida al tatto attira con grande piacere impronte, grasso e piccole particelle di polvere. Sfortunatamente, per sbarazzartene, devi sforzarti. Sul blu, ad una certa angolazione, sono visibili anche le impronte, ma non così chiaramente. La versione bianca sarà l'ideale in questo senso.

La parte superiore ha un microfono e un jack per cuffie da 3,5 mm. Per quanto riguarda il suono in cuffia, qui Sony è rimasta fedele alla tradizione: la qualità è eccellente, nonostante il budget di spugna. Sul lato sinistro, nella parte superiore, era nascosta una slitta per una scheda SIM e microSD. Ufficialmente, lo smartphone è in grado di funzionare con schede fino a 1 TB.

Recensione Sony XPERIA Ace II

Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me se dico che negli ultimi anni la frase "smartphone compatto" è, se non scomparsa dalla quotidianità, almeno ha subito delle deformazioni semantiche. Ora una parte significativa dell'assortimento è rappresentata da dispositivi con una diagonale dello schermo di 6 pollici o più. Personalmente, non posso chiamare questi telefoni compatti. Inoltre, la situazione intorno all'aumento delle diagonali e, di conseguenza, alle dimensioni dei dispositivi stessi è diventata spaventosa. Alcuni produttori hanno avuto un assaggio e hanno iniziato a offrire gadget con display pieghevoli, che, per ovvi motivi, sono rimasti bloccati a livello di nicchia.

Sono finiti i giorni in cui i marketer avevano ancora i resti di una coscienza e chiamavano vanga una vanga. Hai notato come cambiano gli standard con il rilascio di ogni nuovo modello? Ora stanno cercando con insistenza di dimostrarmi che utilizzare uno smartphone da 6″ sarà “comodo e comodo”. Il comfort è un concetto sciolto. Ognuno ha la propria idea di praticità e praticità. Qui e in Sony, aderiscono ancora all'opinione che un telefono compatto sia un dispositivo con una diagonale dello schermo di 5,5 pollici e non di più. E proprio un dispositivo del genere è venuto da me oggi per un test. Con tutta la ricchezza della scelta, l'XPERIA Ace II è diventato esclusivo in tutti i sensi, ma, sfortunatamente, non è stato privo di evidenti difetti.

Sommario

  • Posizionamento
  • Specifiche
  • Pacchetto
  • Prime impressioni. Progettazione
  • Interfaccia
  • Prestazioni e autonomia
  • Fotocamera
  • Come conclusione

Posizionamento

Per la prima volta, Sony ha presentato un nuovo prodotto il 19 maggio 2021 in occasione della presentazione della prossima collezione estiva di dispositivi dell'operatore giapponese NTT Docomo. A quel tempo, XPERIA Ace II, con un peso di 159 grammi e dimensioni di 140x69x8,9 mm, era l'unico smartphone veramente compatto. Tutti i tentativi di stipare XPERIA 10 III e XPERIA 5 III in telai "compatti" sono stati infranti dall'odio spietato dei veri sostenitori della miniaturizzazione.

XPERIA 1 III, XPERIA 5 III, XPERIA 10 III, XPERIA Ace II

Realtà e prospettive del mercato delle professioni informatiche

Quali sono le professioni più popolari e altamente pagate?

Recensione dello smartphone Samsung Galaxy A22s 5G (SM A226B/DSN)

Uno smartphone di nicchia con supporto 5G a un prezzo minimo: non è nemmeno sul sito Web Samsung, ma è venduto in Russia. Confronta con Galaxy A22: ne vale la pena?

Test Kia Picanto. L'ultima delle city car

In qualche modo impercettibilmente, quasi tutte le city car compatte hanno lasciato la Russia, che ha sostituito le berline di classe compatta e le liftback come Hyundai Solaris e Skoda Rapid. Ci sono sempre due vere city car rimaste sul nostro mercato, questo è l'eroe del nostro materiale Kia Picanto e Chevrolet Spark, insieme alla sua controparte con il marchio Ravon.

Recensione delle cuffie TCL TW30 MoveAudio S600 TWS

Qualsiasi produttore di smartphone decente è obbligato a offrire le proprie cuffie TWS con sé. Così TCL ha introdotto a dicembre sul mercato russo non solo uno smartphone di punta, ma anche un headset di punta. Vediamo cosa è successo...

Per ragioni note solo al management di Sony, l'XPERIA Ace II può essere acquistato ufficialmente solo in Giappone. Non ci sono ancora piani per portare il modello su altri mercati. L'unico che attualmente vende questo smartphone è l'operatore di telefonia mobile locale NTT Docomo, che impone subito una serie di restrizioni al telefono. Vi ricordo che i tre grandi operatori giapponesi, che, oltre a NTT Docomo, include anche Softbank e Au, offrono esclusivamente versioni single-symbol di smartphone con un set di software operatore preinstallato, attrezzature minime o del tutto assenti, e restrizioni di rete sotto forma di blocco della carta SIM. Sfortunatamente, Sony non ha ancora annunciato il rilascio di una versione a due SIM, ma se ciò accadrà in un prossimo futuro, sarà possibile acquistarla da quasi tutti gli operatori virtuali locali. La stessa storia era una volta con il predecessore XPERIA Ace. A proposito, puoi vedere la sua recensione:

Sony XPERIA Ace SO-02L

Mobile-review.com Recensione Sony XPERIA ACE SO-02

Il mondo non vedeva tanta sfrontatezza da molto tempo. Ho sempre detto che puoi aspettarti uno sporco trucco da queste persone in qualsiasi momento. Ed è esattamente quello che è successo questa volta. Inoltre, noto che ci sono diversi motivi per indignare contemporaneamente

Quest'anno, l'XPERIA Ace II è diventato lo smartphone Sony più conveniente per gli standard giapponesi. Secondo il produttore, la novità è l'ideale per gli utenti Android alle prime armi, gli anziani e tutti coloro che in precedenza preferivano le controparti a pulsante, ma improvvisamente hanno deciso di unirsi a gadget più "intelligenti", spendendo un minimo di denaro per questo trasferimento. Tuttavia, ciò non significa che il telefono sia funzionalmente limitato. Qui, infatti, viene implementato l'insieme ottimale di funzioni, in grado di soddisfare le esigenze dell'utente medio dei moderni smartphone.

Specifiche

Si ritiene che, idealmente, una novità venga solitamente confrontata con il suo predecessore e con i concorrenti. Pertanto, il produttore può dimostrare chiaramente la sua lealtà e il desiderio di soddisfare il livello dell'utente attuale "Lista dei desideri". E dobbiamo ammettere che gli sviluppatori Sony ci sono riusciti in parte. Considerando che XPERIA Ace II non ha concorrenti evidenti sul mercato mondiale, resta da confrontare solo con il suo predecessore XPERIA Ace due anni fa.

Sorprendentemente, sotto l'assalto delle tendenze globali verso la crescita delle diagonali e delle dimensioni degli smartphone stessi, gli sviluppatori sono riusciti a mantenere le loro dimensioni precedenti. Inoltre, i giapponesi si sono superati riducendo lo spessore del case da 9,3 a 8,9 mm e aumentando radicalmente la capacità della batteria (da 2700 a 4500 mAh). E ciò che è importante, con tutto questo, il successore è diventato 5 grammi più leggero del suo predecessore. La custodia per smartphone è tradizionalmente protetta da acqua e polvere secondo lo standard IP68.

La diagonale dello schermo è aumentata da 5 a 5,5 pollici, senza intaccare le dimensioni fisiche del telefono. Tuttavia, la risoluzione è scesa da 2160x1080 a 1496x720 pixel. In che modo ciò ha influito sulla percezione finale dell'immagine nel suo insieme, lo racconterò un po 'più avanti. Ecco un altro aggiornamento per te. Nel bene e nel male, Sony è la prima a rilasciare uno smartphone con notch a goccia per la fotocamera frontale. Chiunque sia pruriginoso da una tale decisione può attivare il look classico sovrapponendo una striscia nera.

E ora l'unico neo. Due anni dopo il rilascio della prima versione di XPERIA Ace, gli ingegneri giapponesi per qualche motivo hanno deciso che gli stessi 4 GB di RAM e 64 GB di ROM sono ancora considerati lo standard in termini di memoria. Tuttavia, nel 2021 sarebbe logico vedere almeno 6 GB e 128 GB, ma sembra che i giapponesi abbiano le loro opinioni in merito. Un'altra decisione incomprensibile per molti è stata il passaggio da uno smartphone moderno, anche se economico, a un processore MediaTek Helio P35. Due anni fa, i giapponesi hanno preferito il Qualcomm Snapdragon 630.

La fotocamera principale da 13 MP è stata integrata con un sensore ToF, mentre la fotocamera frontale è rimasta invariata, avendo ricevuto un modulo CMOS da 8 MP. Sony è fedele alla tradizione, quindi si è deciso di lasciare il jack per cuffie da 3,5 mm nella nuova versione della compatta. A bordo è presente una gamma completa di capacità di comunicazione (Wi-Fi, Bluetooth 5.0, GPS/GLONASS, NFC, USB-C, supporto per schede di memoria microSD fino a 1 TB), è presente il supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0, Radio FM e dita scanner di impronte digitali, combinate con il pulsante di accensione. Naturalmente, in uno smartphone economico, non dovresti aspettarti il ​​supporto per la ricarica wireless. I giapponesi, in linea di principio, si sono discostati da questo standard già 7 anni fa. Alla prima accensione, il proprietario può scegliere la lingua di cui ha bisogno, incluso il russo. Come sistema operativo viene utilizzato Android 11. Gli aggiornamenti arrivano tramite Wi-Fi senza gesti aggiuntivi. Lo smartphone supporta le reti GSM, 3G e LTE.

  • Sistema operativo: sistema operativo Android 11, 100% russificazione
  • Supporto standard: GSM, 3G, LTE
  • Processore: octa-core a 2,3 GHz, MediaTek Helio P35
  • RAM: 4 GB
  • ROM: 64 GB
  • Display: 5,5″, HD+, 1496×720 pixel, TFT, Triluminos, Gorilla Glass 6, 16 milioni di colori
  • Fotocamera principale: 13 MP + ToF, CMOS, registrazione video Full HD, autofocus, flash LED
  • Fotocamera anteriore: 8 MP CMOS, obiettivo grandangolare 80°, registrazione video Full HD
  • Supporto per schede di memoria: microSDXC fino a 1 TB
  • Scanner di impronte digitali
  • NFC
  • GPS/GLONASS
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac
  • Bluetooth 5.0
  • USB di tipo C
  • Jack per cuffie da 3,5 mm
  • Radio FM
  • Qualcomm Quick Charge 3.0
  • Resistente all'acqua, all'umidità e alla polvere (IPX5, IPX8, IP6X)
  • Batteria: agli ioni di litio, 4500 mAh
  • Dimensioni: 140x69x8,9 mm
  • Peso: 159 g

Pacchetti

Tutto qui è secondo i canoni degli operatori mobili giapponesi: un telefono, un manuale e una scheda di garanzia. Fortunatamente, per la ricarica ora viene utilizzato lo standard USB Type-C, quindi non dovrebbero esserci problemi a trovare un cavo e un adattatore nelle nostre condizioni.

Prime impressioni. Progettazione

La magia di Sony è letteralmente nell'aria. XPERIA Ace II è realizzato secondo le migliori tradizioni di Sony Style. L'esterno dello smartphone ricalca chiaramente le linee classiche insite nella maggior parte dei modelli più vecchi. È per questo motivo che la compatta è sprofondata così tanto nell'anima di molti fan del brand, anche se la custodia dello smartphone, fatta eccezione per la facciata, è completamente realizzata in plastica. Mi ha ricordato a distanza la compatta Sharp AQUOS R2, un tempo popolare, ma con le sue caratteristiche e lo stile unico.

Sharp AQUOS R2 compact e Sony XPERIA Ace II

Mobile-review.com Recensione compatta Sharp AQUOS R2

Oggi parleremo della nuova compatta AQUOS R2 di Sharp.

XPERIA Ace II è incredibilmente comodo nella mano. Nessun scricchiolio, scricchiolii estranei e ancora meno crepe. Le dita avvolgono con sicurezza il corpo del telefono, senza lasciare alcuna possibilità che scivoli fuori dal palmo della tua mano anche nelle condizioni operative più folli. Lavorare con uno schermo da 5,5 pollici è un piacere. L'unico aspetto negativo può essere considerato il font piccolo predefinito nelle firme dell'applicazione, che può essere facilmente corretto impostando nel menu corrispondente. È incredibile come un produttore il cui telefono sia progettato principalmente per gli anziani possa consentire che ciò accada. In caso contrario, l'interfaccia non ha causato emozioni negative per me personalmente.

Interfaccia

Il desktop, il menu delle impostazioni principali, i suggerimenti e altri elementi dell'interfaccia dell'XPERIA Ace II sono simili al 99% all'interfaccia di qualsiasi altro smartphone Sony moderno. Tuttavia, nonostante la russificazione apparentemente completa, a volte si possono trovare menu in inglese o giapponese e persino intere applicazioni, il cui lavoro è spesso associato ai servizi dell'operatore giapponese. Il sistema ti consente di sospendere il loro lavoro fino al prossimo riavvio del telefono o di eliminarli completamente. Fortunatamente, la loro assenza non pregiudica il pieno funzionamento del sistema.

Personalmente non ho lamentele sulla qualità dello schermo, ma per i feticisti ho comunque fatto una "prova angolare", dimostrando la "fragilità" dell'immagine. Sono tutto per l'obiettività! Una matrice TFT convenzionale con una densità di pixel di 291 ppi funziona bene in condizioni di visibilità standard , ma praticamente non adatto alla luce solare diretta. L'immagine si attenua anche al livello di luminosità massimo.

La frequenza di aggiornamento dello schermo è di 60 Hz, che è abbastanza standard per un normale impiegato statale. Lo schermo è protetto da Corning Gorilla Glass 6, ma la custodia in plastica può essere facilmente graffiata se usata con noncuranza. In questo caso, i produttori di accessori hanno preparato un'impressionante gamma di coperture di tutte le bande.

Un altoparlante è nascosto dietro una rete perforata sopra la fotocamera frontale. Sfortunatamente, non potrai usarlo come altoparlante, quindi dimentica subito lo stereo. Ciao ottimizzazione! Nel primo Ace, i giapponesi non si sono concessi tanta sfrontatezza. Lo smartphone era dotato di due altoparlanti. Qui, in modalità vivavoce, funziona solo l'altoparlante che si trova in basso. Per quanto riguarda la qualità del suono, rispetto ai fratelli maggiori, la compatta qui non è così rosea. Se durante una normale telefonata l'interlocutore viene ascoltato perfettamente sia nel volume che nelle frequenze, allora l'altoparlante più basso è francamente budget. Gli alti e i medi hanno completamente sostituito le basse frequenze.

Il sensore di prossimità, l'illuminazione e l'indicatore luminoso si trovano in una sottile striscia tra il bordo della custodia e lo schermo.

Sono riuscito a ottenere i dispositivi in ​​nero e blu per i test. La linea comprende anche il bianco. Il nero classico in pratica si è rivelato il più facilmente sporcabile. La superficie opaca morbida al tatto attira con grande piacere impronte, grasso e piccole particelle di polvere. Sfortunatamente, per sbarazzartene, devi sforzarti. Sul blu, ad una certa angolazione, sono visibili anche le impronte, ma non così chiaramente. La versione bianca sarà l'ideale in questo senso.

La parte superiore ha un microfono e un jack per cuffie da 3,5 mm. Per quanto riguarda il suono in cuffia, qui Sony è rimasta fedele alla tradizione: la qualità è eccellente, nonostante il budget di spugna. Sul lato sinistro, nella parte superiore, era nascosta una slitta per una scheda SIM e microSD. Ufficialmente, lo smartphone è in grado di funzionare con schede fino a 1 TB.

Recensione Sony XPERIA Ace II

Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me se dico che negli ultimi anni la frase "smartphone compatto" è, se non scomparsa dalla quotidianità, almeno ha subito delle deformazioni semantiche. Ora una parte significativa dell'assortimento è rappresentata da dispositivi con una diagonale dello schermo di 6 pollici o più. Personalmente, non posso chiamare questi telefoni compatti. Inoltre, la situazione intorno all'aumento delle diagonali e, di conseguenza, alle dimensioni dei dispositivi stessi è diventata spaventosa. Alcuni produttori hanno avuto un assaggio e hanno iniziato a offrire gadget con display pieghevoli, che, per ovvi motivi, sono rimasti bloccati a livello di nicchia.

Sono finiti i giorni in cui i marketer avevano ancora i resti di una coscienza e chiamavano vanga una vanga. Hai notato come cambiano gli standard con il rilascio di ogni nuovo modello? Ora stanno cercando con insistenza di dimostrarmi che utilizzare uno smartphone da 6″ sarà “comodo e comodo”. Il comfort è un concetto sciolto. Ognuno ha la propria idea di praticità e praticità. Qui e in Sony, aderiscono ancora all'opinione che un telefono compatto sia un dispositivo con una diagonale dello schermo di 5,5 pollici e non di più. E proprio un dispositivo del genere è venuto da me oggi per un test. Con tutta la ricchezza della scelta, l'XPERIA Ace II è diventato esclusivo in tutti i sensi, ma, sfortunatamente, non è stato privo di evidenti difetti.

Sommario

  • Posizionamento
  • Specifiche
  • Pacchetto
  • Prime impressioni. Progettazione
  • Interfaccia
  • Prestazioni e autonomia
  • Fotocamera
  • Come conclusione

Posizionamento

Per la prima volta, Sony ha presentato un nuovo prodotto il 19 maggio 2021 in occasione della presentazione della prossima collezione estiva di dispositivi dell'operatore giapponese NTT Docomo. A quel tempo, XPERIA Ace II, con un peso di 159 grammi e dimensioni di 140x69x8,9 mm, era l'unico smartphone veramente compatto. Tutti i tentativi di stipare XPERIA 10 III e XPERIA 5 III in telai "compatti" sono stati infranti dall'odio spietato dei veri sostenitori della miniaturizzazione.

XPERIA 1 III, XPERIA 5 III, XPERIA 10 III, XPERIA Ace II

Realtà e prospettive del mercato delle professioni informatiche

Quali sono le professioni più popolari e altamente pagate?

Recensione dello smartphone Samsung Galaxy A22s 5G (SM A226B/DSN)

Uno smartphone di nicchia con supporto 5G a un prezzo minimo: non è nemmeno sul sito Web Samsung, ma è venduto in Russia. Confronta con Galaxy A22: ne vale la pena?

Test Kia Picanto. L'ultima delle city car

In qualche modo impercettibilmente, quasi tutte le city car compatte hanno lasciato la Russia, che ha sostituito le berline di classe compatta e le liftback come Hyundai Solaris e Skoda Rapid. Ci sono sempre due vere city car rimaste sul nostro mercato, questo è l'eroe del nostro materiale Kia Picanto e Chevrolet Spark, insieme alla sua controparte con il marchio Ravon.

Recensione delle cuffie TCL TW30 MoveAudio S600 TWS

Qualsiasi produttore di smartphone decente è obbligato a offrire le proprie cuffie TWS con sé. Così TCL ha introdotto a dicembre sul mercato russo non solo uno smartphone di punta, ma anche un headset di punta. Vediamo cosa è successo...

Per ragioni note solo al management di Sony, l'XPERIA Ace II può essere acquistato ufficialmente solo in Giappone. Non ci sono ancora piani per portare il modello su altri mercati. L'unico che attualmente vende questo smartphone è l'operatore di telefonia mobile locale NTT Docomo, che impone subito una serie di restrizioni al telefono.Vi ricordo che i tre grandi operatori giapponesi, che, oltre a NTT Docomo, include anche Softbank e Au, offrono esclusivamente versioni single-symbol di smartphone con un set di software operatore preinstallato, attrezzature minime o del tutto assenti, e restrizioni di rete sotto forma di blocco della carta SIM. Sfortunatamente, Sony non ha ancora annunciato il rilascio di una versione a due SIM, ma se ciò accadrà in un prossimo futuro, sarà possibile acquistarla da quasi tutti gli operatori virtuali locali. La stessa storia era una volta con il predecessore XPERIA Ace. A proposito, puoi vedere la sua recensione:

Sony XPERIA Ace SO-02L

Mobile-review.com Recensione Sony XPERIA ACE SO-02

Il mondo non vedeva tanta sfrontatezza da molto tempo. Ho sempre detto che puoi aspettarti uno sporco trucco da queste persone in qualsiasi momento. Ed è esattamente quello che è successo questa volta. Inoltre, noto che ci sono diversi motivi per indignare contemporaneamente

Quest'anno, l'XPERIA Ace II è diventato lo smartphone Sony più conveniente per gli standard giapponesi. Secondo il produttore, la novità è l'ideale per gli utenti Android alle prime armi, gli anziani e tutti coloro che in precedenza preferivano le controparti a pulsante, ma improvvisamente hanno deciso di unirsi a gadget più "intelligenti", spendendo un minimo di denaro per questo trasferimento. Tuttavia, ciò non significa che il telefono sia funzionalmente limitato. Qui, infatti, viene implementato l'insieme ottimale di funzioni, in grado di soddisfare le esigenze dell'utente medio dei moderni smartphone.

Specifiche

Si ritiene che, idealmente, una novità venga solitamente confrontata con il suo predecessore e con i concorrenti. Pertanto, il produttore può dimostrare chiaramente la sua lealtà e il desiderio di soddisfare il livello dell'utente attuale "Lista dei desideri". E dobbiamo ammettere che gli sviluppatori Sony ci sono riusciti in parte. Considerando che XPERIA Ace II non ha concorrenti evidenti sul mercato mondiale, resta da confrontare solo con il suo predecessore XPERIA Ace due anni fa.

Sorprendentemente, sotto l'assalto delle tendenze globali verso la crescita delle diagonali e delle dimensioni degli smartphone stessi, gli sviluppatori sono riusciti a mantenere le loro dimensioni precedenti. Inoltre, i giapponesi si sono superati riducendo lo spessore del case da 9,3 a 8,9 mm e aumentando radicalmente la capacità della batteria (da 2700 a 4500 mAh). E ciò che è importante, con tutto questo, il successore è diventato 5 grammi più leggero del suo predecessore. La custodia per smartphone è tradizionalmente protetta da acqua e polvere secondo lo standard IP68.

La diagonale dello schermo è aumentata da 5 a 5,5 pollici, senza intaccare le dimensioni fisiche del telefono. Tuttavia, la risoluzione è scesa da 2160x1080 a 1496x720 pixel. In che modo ciò ha influito sulla percezione finale dell'immagine nel suo insieme, lo racconterò un po 'più avanti. Ecco un altro aggiornamento per te. Nel bene e nel male, Sony è la prima a rilasciare uno smartphone con notch a goccia per la fotocamera frontale. Chiunque sia pruriginoso da una tale decisione può attivare il look classico sovrapponendo una striscia nera.

E ora l'unico neo. Due anni dopo il rilascio della prima versione di XPERIA Ace, gli ingegneri giapponesi per qualche motivo hanno deciso che gli stessi 4 GB di RAM e 64 GB di ROM sono ancora considerati lo standard in termini di memoria. Tuttavia, nel 2021 sarebbe logico vedere almeno 6 GB e 128 GB, ma sembra che i giapponesi abbiano le loro opinioni in merito. Un'altra decisione incomprensibile per molti è stata il passaggio da uno smartphone moderno, anche se economico, a un processore MediaTek Helio P35. Due anni fa, i giapponesi hanno preferito il Qualcomm Snapdragon 630.

La fotocamera principale da 13 MP è stata integrata con un sensore ToF, mentre la fotocamera frontale è rimasta invariata, avendo ricevuto un modulo CMOS da 8 MP. Sony è fedele alla tradizione, quindi si è deciso di lasciare il jack per cuffie da 3,5 mm nella nuova versione della compatta. A bordo è presente una gamma completa di capacità di comunicazione (Wi-Fi, Bluetooth 5.0, GPS/GLONASS, NFC, USB-C, supporto per schede di memoria microSD fino a 1 TB), è presente il supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0, Radio FM e dita scanner di impronte digitali, combinate con il pulsante di accensione. Naturalmente, in uno smartphone economico, non dovresti aspettarti il ​​supporto per la ricarica wireless. I giapponesi, in linea di principio, si sono allontanati da questo standard già 7 anni fa. Quando lo accendi per la prima volta, il proprietario può scegliere la lingua di cui ha bisogno, incluso il russo. Come sistema operativo viene utilizzato Android 11. Gli aggiornamenti arrivano tramite Wi-Fi senza gesti aggiuntivi. Lo smartphone supporta le reti GSM, 3G e LTE.

  • Sistema operativo: sistema operativo Android 11, 100% russificazione
  • Supporto standard: GSM, 3G, LTE
  • Processore: octa-core a 2,3 GHz, MediaTek Helio P35
  • RAM: 4 GB
  • ROM: 64 GB
  • Display: 5,5″, HD+, 1496×720 pixel, TFT, Triluminos, Gorilla Glass 6, 16 milioni di colori
  • Fotocamera principale: 13 MP + ToF, CMOS, registrazione video Full HD, autofocus, flash LED
  • Fotocamera anteriore: 8 MP CMOS, obiettivo grandangolare 80°, registrazione video Full HD
  • Supporto per schede di memoria: microSDXC fino a 1 TB
  • Scanner di impronte digitali
  • NFC
  • GPS/GLONASS
  • Wi-Fi a/b/g/n/ac
  • Bluetooth 5.0
  • USB di tipo C
  • Jack per cuffie da 3,5 mm
  • Radio FM
  • Qualcomm Quick Charge 3.0
  • Resistente all'acqua, all'umidità e alla polvere (IPX5, IPX8, IP6X)
  • Batteria: agli ioni di litio, 4500 mAh
  • Dimensioni: 140x69x8,9 mm
  • Peso: 159 g

Pacchetti

Tutto qui è secondo i canoni degli operatori mobili giapponesi: un telefono, un manuale e una scheda di garanzia. Fortunatamente, per la ricarica ora viene utilizzato lo standard USB Type-C, quindi non dovrebbero esserci problemi a trovare un cavo e un adattatore nelle nostre condizioni.

Prime impressioni. Progettazione

La magia di Sony è letteralmente nell'aria. XPERIA Ace II è realizzato secondo le migliori tradizioni di Sony Style. L'esterno dello smartphone ricalca chiaramente le linee classiche insite nella maggior parte dei modelli più vecchi. È per questo motivo che la compatta è sprofondata così tanto nell'anima di molti fan del brand, anche se la custodia dello smartphone, fatta eccezione per la facciata, è completamente realizzata in plastica. Mi ha ricordato a distanza la compatta Sharp AQUOS R2, un tempo popolare, ma con le sue caratteristiche e lo stile unico.

Sharp AQUOS R2 compatto e Sony XPERIA Ace II

Mobile-review.com Recensione compatta Sharp AQUOS R2

Oggi parleremo della nuova compatta AQUOS R2 di Sharp.

XPERIA Ace II è incredibilmente comodo nella mano. Nessun scricchiolio, scricchiolii estranei e ancora meno crepe. Le dita avvolgono con sicurezza il corpo del telefono, senza lasciare alcuna possibilità che scivoli fuori dal palmo della tua mano anche nelle condizioni operative più folli. Lavorare con uno schermo da 5,5 pollici è un piacere. L'unico aspetto negativo può essere considerato il font piccolo predefinito nelle firme dell'applicazione, che può essere facilmente corretto impostando nel menu corrispondente. È incredibile come un produttore il cui telefono sia progettato principalmente per gli anziani possa consentire che ciò accada. In caso contrario, l'interfaccia non ha causato emozioni negative per me personalmente.

Interfaccia

Il desktop, il menu delle impostazioni principali, i suggerimenti e altri elementi dell'interfaccia dell'XPERIA Ace II sono simili al 99% all'interfaccia di qualsiasi altro smartphone Sony moderno. Tuttavia, nonostante la russificazione apparentemente completa, a volte si possono trovare menu in inglese o giapponese e persino intere applicazioni, il cui lavoro è spesso associato ai servizi dell'operatore giapponese. Il sistema ti consente di sospendere il loro lavoro fino al prossimo riavvio del telefono o di eliminarli completamente. Fortunatamente, la loro assenza non pregiudica il pieno funzionamento del sistema.

Personalmente non ho lamentele sulla qualità dello schermo, ma per i feticisti ho comunque fatto una "prova angolare", dimostrando la "fragilità" dell'immagine. Sono tutto per l'obiettività! Una matrice TFT convenzionale con una densità di pixel di 291 ppi funziona bene in condizioni di visibilità standard, ma non è praticamente adatta per funzionare alla luce diretta del sole. L'immagine si attenua anche al livello di luminosità massimo.

Personalmente non ho lamentele sulla qualità dello schermo, ma per i feticisti ho comunque fatto un "test angolare", dimostrando la "fragilità" dell'immagine. Sono tutto per l'obiettività! Matrice TFT convenzionale con una densità di pixel di 291 ppi funziona bene in condizioni di visibilità standard, ma praticamente non è adatto a lavorare alla luce diretta del sole. L'immagine si attenua anche al massimo livello di luminosità.

La frequenza di aggiornamento dello schermo è di 60 Hz, che è abbastanza standard per un normale impiegato statale. Lo schermo è protetto da Corning Gorilla Glass 6, ma la custodia in plastica può essere facilmente graffiata se usata con noncuranza. In questo caso, i produttori di accessori hanno preparato un'impressionante gamma di coperture di tutte le bande.

Un altoparlante è nascosto dietro una rete perforata sopra la fotocamera frontale. Sfortunatamente, non potrai usarlo come altoparlante, quindi dimentica subito lo stereo. Ciao ottimizzazione! Nel primo Ace, i giapponesi non si sono concessi tanta sfrontatezza. Lo smartphone era dotato di due altoparlanti. Qui, in modalità vivavoce, funziona solo l'altoparlante che si trova in basso. Per quanto riguarda la qualità del suono, rispetto ai fratelli maggiori, la compatta qui non è così rosea. Se durante una normale telefonata l'interlocutore viene ascoltato perfettamente sia nel volume che nelle frequenze, allora l'altoparlante più basso è francamente budget. Gli alti e i medi hanno completamente sostituito le basse frequenze.

Il sensore di prossimità, l'illuminazione e l'indicatore luminoso si trovano in una sottile striscia tra il bordo della custodia e lo schermo.

Sono riuscito a ottenere i dispositivi in ​​nero e blu per i test. La linea comprende anche il bianco. Il nero classico in pratica si è rivelato il più facilmente sporcabile. La superficie opaca morbida al tatto attira con grande piacere impronte, grasso e piccole particelle di polvere. Sfortunatamente, per sbarazzartene, devi sforzarti. Sul blu, ad una certa angolazione, sono visibili anche le impronte, ma non così chiaramente. La versione bianca sarà l'ideale in questo senso.

All'estremità superiore sono presenti un microfono e un jack per cuffie da 3,5 mm. Per quanto riguarda il suono in cuffia, qui Sony è rimasta fedele alla tradizione: la qualità è eccellente, nonostante il budget di spugna. Sul lato sinistro, nella parte superiore, era nascosta una slitta per una scheda SIM e microSD. Ufficialmente, lo smartphone è in grado di funzionare con schede fino a 1 TB.