Recensione dell'altoparlante Klipsch G-17 Air

So molto poco di acustica per iPod/iPhone, ho ascoltato qualcosa di tanto in tanto da Seryozha Kuzmin, qualcosa nei negozi, ma non ho mai usato qualcosa per molto tempo. E quando mi è stato offerto di provare il Klipsch G-17 Air, non solo per l'acustica, ma con il supporto AirPlay, ho accettato felicemente. Alla fine, Klipsch è un noto ufficio, e anche se non hanno funzionato con le cuffie, tutto dovrebbe andare bene nel profilo principale.

Solo una cosa era imbarazzante: la colonna era troppo piccola. Ma gli ingegneri di Klipsch hanno fatto del loro meglio e c'è molto da raccontare.

Imballaggio e accessori

Una grande scatola, non particolarmente notevole: quello che c'è dentro è più importante. Naturalmente, l'acustica stessa è in una speciale custodia in tessuto. Supporto, viti di montaggio e molto altro ancora, inclusi un paio di manuali di istruzioni per una rapida installazione e una lettura ponderata. Ci sono anche guanti bianchi - e per una buona ragione sono stati inseriti nel kit, il corpo è lucido, come un "adulto" e l'acustica costosa, le impronte digitali vengono raccolte all'istante.

C'è anche un telecomando con i comandi di base. Una lamentela: il volume è regolato a piccoli passi. Tutto il resto va bene.

Esperienza

È meglio valutare l'aspetto nelle fotografie, ci sono elementi di design interessanti, ad esempio un supporto in vetro (ma è possibile il montaggio a parete), i connettori sono inoltre chiusi con un tappo di gomma e (se non lo si tocca con le tue mani) il gloss sembra elegante. Gli altoparlanti sono coperti da un otturatore zavorrato, che può essere ripiegato e ammirare le soluzioni ingegneristiche di Klipsch. Bellissimo.

Ora su come usare la colonna. Ovviamente è possibile collegare il G-17 con un cavo, ma ho subito voluto provare AirPlay. Il fatto è che questa tecnologia supporta la trasmissione del suono in ALAC, ovvero, alla fine, tutto dipende dalla qualità del DAC e dell'amplificatore nella colonna stessa. Ma, ancora una volta, puoi utilizzare una sorgente sonora con un line-out o semplicemente collegare un iPod / iPhone / iPad: c'è un connettore corrispondente sul retro dell'acustica, tutto ciò che serve è un cavo USB.

La configurazione è abbastanza semplice, devi tenere premuto il tasto con il logo della rete wireless (a destra lato, allineato con l'indicatore), quindi connettiti alla rete Wi-Fi peer-to-peer creata e vai all'interfaccia web, seleziona la rete Wi-Fi di casa e inserisci la password. Sembra complicato, ma è fatto in pochi minuti.

Il G17 sarà quindi visibile sia dal computer tramite iTunes (sia esso Windows o Mac OS) sia dall'iPhone come nuova destinazione audio. La mia riproduzione è iniziata con un leggero ritardo, forse la colpa era della crittografia sul router, altrimenti non ci sono stati problemi. Ma questo è il lato tecnico delle cose, parliamo del suono.

E il suono per tali dimensioni è semplicemente eccellente. Non mentirò sul panorama stereo - è limitato dalle dimensioni del dispositivo, ma tuttavia, il tipo G-17 riempie la stanza di suono - non si può dire diversamente. Le basse frequenze del Klipsch G-17 Air possono essere riprodotte da qualche parte fino a 50-60 Hz, sembrerebbe - un po ', ma, tuttavia, i bassi sono di alta qualità, anche se non molto profondi.In un modo o nell'altro, guarda le dimensioni, un tale altoparlante non può "pompare" una grande quantità d'aria. Ma vale la pena rendere omaggio all'azienda Klipsch: gli ingegneri non hanno inseguito la quantità. Il centro e la parte superiore sono impeccabili, vengono utilizzati tweeter di alta qualità, il suono è trasparente e dettagliato. Puoi trovare difetti nella leggera innaturalità della voce, forse a causa del fatto che il suono è un po' "sfocato" nella stanza. Con i dettagli e l'attacco, i problemi sono minimi, il G-17 non può suonare adeguatamente generi veloci, ma, credo, nessuno lo esigerà da un'acustica del genere.

Quando si collega l'Hifiman HM-801 al line-in (usando un cavo Cardas 3.5), la qualità del suono è migliorata, ma non di molto. Ho anche collegato un iPhone 4, la qualità del suono era la stessa di quando si utilizzava AirPlay.

Concorrenti

Per tutto questo splendore, Klipsch chiede 600 dollari, per gli stessi soldi puoi prendere un B&W Zeppelin Air, non sono riuscito a confrontare questi diffusori, secondo dati esterni mi piace di più il G-17 - ma questo è soggettività pura, perché “dirigibili”, per quanto ne so, molto popolari.

Non c'è nient'altro di simile sul mercato, è brutto, ma risolvibile. A proposito, se prendiamo i prezzi in Russia, Zeppelin Air costa circa 30 mila rubli, penso che il G-17 sarà all'incirca allo stesso livello di prezzo.

Uscita

In conclusione, abbiamo quanto segue: per $ 600 (in Russia, a quanto pare, 30 mila rubli) otteniamo un'acustica di altissima qualità con il supporto di AirPlay. Certo, con questi soldi puoi comprare qualcos'altro, ma questa è un'altra storia, devi pagare per la comodità (e la qualità delle prestazioni). Mi è piaciuta molto l'acustica del G-17, per un vero e proprio ascolto della musica, non la comprerei - vorrei una coppia stereo qui. Ma penso che ci sarà un pubblico: qualcuno probabilmente vorrà mettere una colonna del genere nel proprio ufficio o soggiorno.

Recensione dell'altoparlante Klipsch G-17 Air

So molto poco di acustica per iPod/iPhone, ho ascoltato qualcosa di tanto in tanto da Seryozha Kuzmin, qualcosa nei negozi, ma non ho mai usato qualcosa per molto tempo. E quando mi è stato offerto di provare il Klipsch G-17 Air, non solo per l'acustica, ma con il supporto AirPlay, ho accettato felicemente. Alla fine, Klipsch è un noto ufficio, e anche se non hanno funzionato con le cuffie, tutto dovrebbe andare bene nel profilo principale.

Solo una cosa era imbarazzante: la colonna era troppo piccola. Ma gli ingegneri di Klipsch hanno fatto del loro meglio e c'è molto da raccontare.

Imballaggio e accessori

Una grande scatola, non particolarmente notevole: quello che c'è dentro è più importante. Naturalmente, l'acustica stessa è in una speciale custodia in tessuto. Supporto, viti di montaggio e molto altro ancora, inclusi un paio di manuali di istruzioni per una rapida installazione e una lettura ponderata. Ci sono anche guanti bianchi - e per una buona ragione sono stati inseriti nel kit, il corpo è lucido, come un "adulto" e l'acustica costosa, le impronte digitali vengono raccolte all'istante.

C'è anche un telecomando con i comandi di base. Una lamentela: il volume è regolato a piccoli passi. Tutto il resto va bene.

Esperienza

È meglio valutare l'aspetto nelle fotografie, ci sono elementi di design interessanti, ad esempio un supporto in vetro (ma è possibile il montaggio a parete), i connettori sono inoltre chiusi con un tappo di gomma e (se non lo si tocca con le tue mani) il gloss sembra elegante. Gli altoparlanti sono coperti da un otturatore zavorrato, che può essere ripiegato e ammirare le soluzioni ingegneristiche di Klipsch. Bellissimo.

Ora su come usare la colonna. Ovviamente è possibile collegare il G-17 con un cavo, ma ho subito voluto provare AirPlay. Il fatto è che questa tecnologia supporta la trasmissione del suono in ALAC, ovvero, alla fine, tutto dipende dalla qualità del DAC e dell'amplificatore nella colonna stessa. Ma, ancora una volta, puoi utilizzare una sorgente sonora con un line-out o semplicemente collegare un iPod / iPhone / iPad: c'è un connettore corrispondente sul retro dell'acustica, tutto ciò che serve è un cavo USB.

La configurazione è abbastanza semplice, devi tenere premuto il tasto con il logo della rete wireless (a destra lato, allineato con l'indicatore), quindi connettiti alla rete Wi-Fi peer-to-peer creata e vai all'interfaccia web, seleziona la rete Wi-Fi di casa e inserisci la password. Sembra complicato, ma è fatto in pochi minuti.

Il G17 sarà quindi visibile sia dal computer tramite iTunes (sia esso Windows o Mac OS) sia dall'iPhone come nuova destinazione audio. La mia riproduzione è iniziata con un leggero ritardo, forse la colpa era della crittografia sul router, altrimenti non ci sono stati problemi. Ma questo è il lato tecnico delle cose, parliamo del suono.

E il suono per tali dimensioni è semplicemente eccellente. Non mentirò sul panorama stereo - è limitato dalle dimensioni del dispositivo, ma tuttavia, il tipo G-17 riempie la stanza di suono - non si può dire diversamente. Le basse frequenze del Klipsch G-17 Air possono essere riprodotte da qualche parte fino a 50-60 Hz, sembrerebbe - un po ', ma, tuttavia, i bassi sono di alta qualità, anche se non molto profondi.In un modo o nell'altro, guarda le dimensioni, un tale altoparlante non può "pompare" una grande quantità d'aria. Ma vale la pena rendere omaggio all'azienda Klipsch: gli ingegneri non hanno inseguito la quantità. Il centro e la parte superiore sono impeccabili, vengono utilizzati tweeter di alta qualità, il suono è trasparente e dettagliato. Puoi trovare difetti nella leggera innaturalità della voce, forse a causa del fatto che il suono è un po' "sfocato" nella stanza. Con i dettagli e l'attacco, i problemi sono minimi, il G-17 non può suonare adeguatamente generi veloci, ma, credo, nessuno lo esigerà da un'acustica del genere.

Quando si collega l'Hifiman HM-801 al line-in (usando un cavo Cardas 3.5), la qualità del suono è migliorata, ma non di molto. Ho anche collegato un iPhone 4, la qualità del suono era la stessa di quando si utilizzava AirPlay.

Concorrenti

Per tutto questo splendore, Klipsch chiede 600 dollari, per gli stessi soldi puoi prendere un B&W Zeppelin Air, non sono riuscito a confrontare questi diffusori, secondo dati esterni mi piace di più il G-17 - ma questo è soggettività pura, perché “dirigibili”, per quanto ne so, molto popolari.

Non c'è nient'altro di simile sul mercato, è brutto, ma risolvibile. A proposito, se prendiamo i prezzi in Russia, Zeppelin Air costa circa 30 mila rubli, penso che il G-17 sarà all'incirca allo stesso livello di prezzo.

Uscita

In conclusione, abbiamo quanto segue: per $ 600 (in Russia, a quanto pare, 30 mila rubli) otteniamo un'acustica di altissima qualità con il supporto di AirPlay. Certo, con questi soldi puoi comprare qualcos'altro, ma questa è un'altra storia, devi pagare per la comodità (e la qualità delle prestazioni). Mi è piaciuta molto l'acustica del G-17, per un vero e proprio ascolto della musica, non la comprerei - vorrei una coppia stereo qui. Ma penso che ci sarà un pubblico: qualcuno probabilmente vorrà mettere una colonna del genere nel proprio ufficio o soggiorno.

Recensione dell'altoparlante Klipsch G-17 Air

So molto poco di acustica per iPod/iPhone, ho ascoltato qualcosa di tanto in tanto da Seryozha Kuzmin, qualcosa nei negozi, ma non ho mai usato qualcosa per molto tempo. E quando mi è stato offerto di provare il Klipsch G-17 Air, non solo per l'acustica, ma con il supporto AirPlay, ho accettato felicemente. Alla fine, Klipsch è un noto ufficio, e anche se non hanno funzionato con le cuffie, tutto dovrebbe andare bene nel profilo principale.

Solo una cosa era imbarazzante: la colonna era troppo piccola. Ma gli ingegneri di Klipsch hanno fatto del loro meglio e c'è molto da raccontare.

Imballaggio e accessori

Una grande scatola, non particolarmente notevole: quello che c'è dentro è più importante. Naturalmente, l'acustica stessa è in una speciale custodia in tessuto. Supporto, viti di montaggio e molto altro ancora, inclusi un paio di manuali di istruzioni per una rapida installazione e una lettura ponderata. Ci sono anche guanti bianchi - e per una buona ragione sono stati inseriti nel kit, il corpo è lucido, come un "adulto" e l'acustica costosa, le impronte digitali vengono raccolte all'istante.

C'è anche un telecomando con i comandi di base. Una lamentela: il volume è regolato a piccoli passi. Tutto il resto va bene.

Esperienza

È meglio valutare l'aspetto nelle fotografie, ci sono elementi di design interessanti, ad esempio un supporto in vetro (ma è possibile il montaggio a parete), i connettori sono inoltre chiusi con un tappo di gomma e (se non lo si tocca con le tue mani) il gloss sembra elegante. Gli altoparlanti sono coperti da un otturatore zavorrato, che può essere ripiegato e ammirare le soluzioni ingegneristiche di Klipsch. Bellissimo.

Ora su come usare la colonna. Ovviamente è possibile collegare il G-17 con un cavo, ma ho subito voluto provare AirPlay. Il fatto è che questa tecnologia supporta la trasmissione del suono in ALAC, ovvero, alla fine, tutto dipende dalla qualità del DAC e dell'amplificatore nella colonna stessa. Ma, ancora una volta, puoi utilizzare una sorgente sonora con un line-out o semplicemente collegare un iPod / iPhone / iPad: c'è un connettore corrispondente sul retro dell'acustica, tutto ciò che serve è un cavo USB.

La configurazione è abbastanza semplice, devi tenere premuto il tasto con il logo della rete wireless (a destra lato, allineato con l'indicatore), quindi connettiti alla rete Wi-Fi peer-to-peer creata e vai all'interfaccia web, seleziona la rete Wi-Fi di casa e inserisci la password. Sembra complicato, ma è fatto in pochi minuti.

Il G17 sarà quindi visibile sia dal computer tramite iTunes (sia esso Windows o Mac OS) sia dall'iPhone come nuova destinazione audio. La mia riproduzione è iniziata con un leggero ritardo, forse la colpa era della crittografia sul router, altrimenti non ci sono stati problemi. Ma questo è il lato tecnico delle cose, parliamo del suono.

E il suono per tali dimensioni è semplicemente eccellente. Non mentirò sul panorama stereo - è limitato dalle dimensioni del dispositivo, ma tuttavia, il tipo G-17 riempie la stanza di suono - non si può dire diversamente. Le basse frequenze del Klipsch G-17 Air possono essere riprodotte da qualche parte fino a 50-60 Hz, sembrerebbe - un po ', ma, tuttavia, i bassi sono di alta qualità, anche se non molto profondi.In un modo o nell'altro, guarda le dimensioni, un tale altoparlante non può "pompare" una grande quantità d'aria. Ma vale la pena rendere omaggio all'azienda Klipsch: gli ingegneri non hanno inseguito la quantità. Il centro e la parte superiore sono impeccabili, vengono utilizzati tweeter di alta qualità, il suono è trasparente e dettagliato. Puoi trovare difetti nella leggera innaturalità della voce, forse a causa del fatto che il suono è un po' "sfocato" nella stanza. Con i dettagli e l'attacco, i problemi sono minimi, il G-17 non può suonare adeguatamente generi veloci, ma, credo, nessuno lo esigerà da un'acustica del genere.

Quando si collega l'Hifiman HM-801 al line-in (usando un cavo Cardas 3.5), la qualità del suono è migliorata, ma non di molto. Ho anche collegato un iPhone 4, la qualità del suono era la stessa di quando si utilizzava AirPlay.

Concorrenti

Per tutto questo splendore, Klipsch chiede 600 dollari, per gli stessi soldi puoi prendere un B&W Zeppelin Air, non sono riuscito a confrontare questi diffusori, secondo dati esterni mi piace di più il G-17 - ma questo è soggettività pura, perché “dirigibili”, per quanto ne so, molto popolari.

Non c'è nient'altro di simile sul mercato, è brutto, ma risolvibile. A proposito, se prendiamo i prezzi in Russia, Zeppelin Air costa circa 30 mila rubli, penso che il G-17 sarà all'incirca allo stesso livello di prezzo.

Uscita

In conclusione, abbiamo quanto segue: per $ 600 (in Russia, a quanto pare, 30 mila rubli) otteniamo un'acustica di altissima qualità con il supporto di AirPlay. Certo, con questi soldi puoi comprare qualcos'altro, ma questa è un'altra storia, devi pagare per la comodità (e la qualità delle prestazioni). Mi è piaciuta molto l'acustica del G-17, per un vero e proprio ascolto della musica, non la comprerei - vorrei una coppia stereo qui. Ma penso che ci sarà un pubblico: qualcuno probabilmente vorrà mettere una colonna del genere nel proprio ufficio o soggiorno.

Recensione dell'altoparlante Klipsch G-17 Air

So molto poco di acustica per iPod/iPhone, ho ascoltato qualcosa di tanto in tanto da Seryozha Kuzmin, qualcosa nei negozi, ma non ho mai usato qualcosa per molto tempo. E quando mi è stato offerto di provare il Klipsch G-17 Air, non solo per l'acustica, ma con il supporto AirPlay, ho accettato felicemente. Alla fine, Klipsch è un noto ufficio, e anche se non hanno funzionato con le cuffie, tutto dovrebbe andare bene nel profilo principale.

Solo una cosa era imbarazzante: la colonna era troppo piccola. Ma gli ingegneri di Klipsch hanno fatto del loro meglio e c'è molto da raccontare.

Imballaggio e accessori

Una grande scatola, non particolarmente notevole: quello che c'è dentro è più importante. Naturalmente, l'acustica stessa è in una speciale custodia in tessuto. Supporto, viti di montaggio e molto altro ancora, inclusi un paio di manuali di istruzioni per una rapida installazione e una lettura ponderata. Ci sono anche guanti bianchi - e per una buona ragione sono stati inseriti nel kit, il corpo è lucido, come un "adulto" e l'acustica costosa, le impronte digitali vengono raccolte all'istante.

C'è anche un telecomando con i comandi di base. Una lamentela: il volume è regolato a piccoli passi. Tutto il resto va bene.

Esperienza

È meglio valutare l'aspetto nelle fotografie, ci sono elementi di design interessanti, ad esempio un supporto in vetro (ma è possibile il montaggio a parete), i connettori sono inoltre chiusi con un tappo di gomma e (se non lo si tocca con le tue mani) il gloss sembra elegante. Gli altoparlanti sono coperti da un otturatore zavorrato, che può essere ripiegato e ammirare le soluzioni ingegneristiche di Klipsch. Bellissimo.

Ora su come usare la colonna. Ovviamente è possibile collegare il G-17 con un cavo, ma ho subito voluto provare AirPlay. Il fatto è che questa tecnologia supporta la trasmissione del suono in ALAC, ovvero, alla fine, tutto dipende dalla qualità del DAC e dell'amplificatore nella colonna stessa. Ma, ancora una volta, puoi utilizzare una sorgente sonora con un line-out o semplicemente collegare un iPod / iPhone / iPad: c'è un connettore corrispondente sul retro dell'acustica, tutto ciò che serve è un cavo USB.

La configurazione è abbastanza semplice, è necessario tenere premuto il tasto con il logo della rete wireless (sul lato destro, abbinato all'indicatore), quindi connettersi alla rete Wi-Fi peer-to-peer creata e andare su nell'interfaccia web, seleziona la tua rete Wi-Fi domestica e inserisci la password. Sembra complicato, ma è fatto in pochi minuti.

La configurazione è abbastanza semplice, è necessario tenere premuto il tasto con il logo della rete wireless (sul lato destro, abbinato all'indicatore), quindi connettiti alla rete Wi-Fi peer-to-peer creata e vai all'interfaccia web, seleziona la tua rete Wi-Fi domestica e inserisci la password. Sembra complicato, ma fatto in pochi minuti.

Il G17 sarà quindi visibile sia dal computer tramite iTunes (sia esso Windows o Mac OS) sia dall'iPhone come nuova destinazione audio. La mia riproduzione è iniziata con un leggero ritardo, forse la colpa era della crittografia sul router, altrimenti non ci sono stati problemi. Ma questo è il lato tecnico delle cose, parliamo del suono.

E il suono per tali dimensioni è semplicemente eccellente. Non mentirò sul panorama stereo - è limitato dalle dimensioni del dispositivo, ma tuttavia, il tipo G-17 riempie la stanza di suono - non si può dire diversamente. Le basse frequenze del Klipsch G-17 Air possono essere riprodotte da qualche parte fino a 50-60 Hz, sembrerebbe - un po ', ma, tuttavia, i bassi sono di alta qualità, anche se non molto profondi. In un modo o nell'altro, guarda le dimensioni, un tale altoparlante non può "pompare" una grande quantità d'aria. Ma vale la pena rendere omaggio all'azienda Klipsch: gli ingegneri non hanno inseguito la quantità. Il centro e la parte superiore sono impeccabili, vengono utilizzati tweeter di alta qualità, il suono è trasparente e dettagliato. Puoi trovare difetti nella leggera innaturalità della voce, forse a causa del fatto che il suono è un po' "sfocato" nella stanza. Con i dettagli e l'attacco, i problemi sono minimi, il G-17 non può suonare adeguatamente generi veloci, ma, credo, nessuno lo esigerà da un'acustica del genere.